Pulizia cucina ristoranti: quali prodotti utilizzare e il sistema HACCP

Le cucine dei ristoranti sono i luoghi in cui viene preparato il cibo che mangiamo. Per questo si vede necessario assicurare una corretta e periodica pulizia ambientale rispettando le norme igieniche dell’HACCP, ovvero tutte quelle procedure messe in atto per garantire la salubrità degli alimenti.

Questo vuol dire che non ci si può limitare a lavare i pavimenti e pulire i piani cottura ogni qualvolta risultino sporchi. Bisogna invece pianificare con attenzione tutte le operazioni di pulizia, di disposizione degli utensili e di conservazione degli alimenti per rientrare negli standard minimi di sicurezza e di igiene. 

Da dove iniziare allora? Sicuramente una fase fondamentale è quella relativa alla selezione dei prodotti per la pulizia di superfici, pavimenti e macchinari. Bisogna trovare un buon fornitore per l’approvvigionamento di detergenti specifici in quanto affidarsi a normali prodotti di uso comune non garantirà l’eliminazione di microrganismi e agenti patogeni.

Una volta selezionati i prodotti si procede con la fase operativa del lavoro: per prima cosa sgomberiamo i pianali e asportiamo i residui visibili, proseguendo poi con le fasi di detersione e di disinfezione. Tra una fase e l’altra bisogna eseguire dei risciacqui per evitare qualsiasi tipo di contaminazione. 

É consigliato spartire le mansioni tra diverse risorse; in questo modo nulla sarà lasciato al caso e ognuno avrà un ruolo nella cura della propria cucina.

Iniziate da ripiani, scaffali, cassetti e scomparti, assicurandovi di sgrassarli e igienizzarli a dovere, avendo la premura di svuotarli dagli utensili. Pensate poi ai fuochi, smontando le griglie, mettendole ammollo e lavandole con un prodotto sgrassante. Fate lo stesso con le friggitrici e ricoprite tutto per mantenere i piani puliti. Procedere allo stesso modo con le cappe aspiranti, utilizzando in questo caso un panno con prodotto neutro e, a risciacquo effettuato, ripetere la pulizia con un prodotto sgrassante.

Da non dimenticare i frigoriferi e i forni, da igienizzare con detergenti specifici facendo attenzione ad eliminare con cura i residui chimici. Per ultimo si passa ai pavimenti (ovvero le superfici a maggior rischio contaminazione) i quali devono essere preventivamente aspirati e in seguito lavati con detergenti specifici e conformi al sistema HACCP.

Chiaramente stiamo parlando di attività molto impegnative, le quali richiedono diverso tempo e minuziose attenzioni per far sì che vengano eseguite nel migliore dei modi e in conformità alle normative vigenti. Per questo, a volte, si reputa fondamentale affidarsi a ditte esterne per la cura e la manutenzione ordinaria dei ristoranti. 

Italservizi è il partner ideale per attuare i protocolli sanitari idonei e riconosciuti dal Ministero della Sanità, garantendo la massima sicurezza delle persone rispettando tutti quei parametri di sanificazione certificati che garantiscono un’igiene microbiologica soddisfacente (HACCP).

Contattaci per saperne di più:

    Acconsento, con la compilazione di questo form che i miei dati vengano comunicati ad Italservizi in base all’Informativa sulla privacy.


    Vorrei ricevere comunicazioni promozionali da Italservizi

    Accetto

    I nostri clienti

    Dove Siamo